Sarà l'ultimo mese del 2021, con sede in Giappone, il periodo di riferimento per la nascita del nuovo Mondiale per Club, una formula rivoluzionaria voluta dal Presidente della FIFA, Gianni Infantino.

In attesa del Mondiale ogni due anni suggerito da Wenger, addio dunque anche al torneo che si è giocato per l'ultima volta a febbraio 2021 in Qatar con le sei squadre vincitrici delle rispettive competizioni continentali più la squadra campione nazionale del paese ospitante..

Nuova formula

La storia del Mondiale per club

La Juve a Tokyo

Nuova formula

Sarà un vero e proprio Mondiale che si giocherà in inverno in Giappone; i posti liberi verranno assegnati per ogni continente. Saranno presenti otto squadre europee, sei sudamericane, mentre le altre dieci arriveranno da Africa, Asia, Nord-Centro America e Oceania.

Wenger 20 stagioni all'Arsenal!

Per le scommesse sportive, si annuncia, quindi, un nuovo torneo, davvero equilibrato, soprattutto nelle battute finale!

Una formula che, però, non sembra convincere proprio tutti. Quasi tutti i paesi sono soddisfatti, tranne la UEFA come dimostra il voto contrario del Presidente Ceferin. Preoccupa, in casa FIFA, soprattutto la presa di posizione dell’ECA, ovvero l’associazione dei principali club europei.

Con una lettera sottoscritta da Juventus, Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester United e altri top club l’ECA si è detta “assolutamente contraria” al nuovo torneo. ”Speriamo che tutte le grandi squadre parteciperanno. Abbiamo avuto confronti positivi e costruttivi e continueremo a farlo. Le migliori squadre dovrebbero giocare in questo torneo su scala mondiale, ma oggi era una nostra responsabilità prendere una decisione”.

Questo l’auspicio di Gianni Infantino, che spera di trovare una soluzione che possa soddisfare tutti i grandi club ed evitare dei clamorosi rifiuti nel 2021. La nascita del Mondiale per Club a 24 squadre andrà a sostituire la Confederation Cup, evento che negli ultimi anni aveva perso appeal. Questo vuol dire che il Mondiale per Club si disputerà ogni quattro anni, dodici mesi prima del Mondiale per Nazioni che già dal 2022 passerà a 48 squadre. 

La storia del Mondiale per club

Ci sono state tante competizioni internazionali nate con l’intento di individuare la squadra più forte del Mondo a livello di club. La FIFA ha deciso di dare vita alla Coppa del Mondo per Club solamente nel 2005, dopo un paio di tentativi falliti tra il 2000 e il 2001.

Nel primo caso venne istituito un torneo con otto squadre partecipanti dove le europee, in quel caso Real Madrid e Manchester United, giocarono con le riserve non rispettando la competizione e destano scalpore. Nell’anno successivo, per problemi legati a sponsor e calendario, la FIFA dovette rinunciare all’organizzazione del torneo.

L’unica competizione riconosciuta dalla FIFA prima del 2005 è, naturalmente, la Coppa Intercontinentale, nata nel 1960. Nella prima edizione il Real Madrid Campione d’Europa doveva sfidare la miglior squadra del Sudamerica, e per questo la CONMEBOL organizzò per la prima volta la Copa Libertadores. Il Penarol si aggiudicò il torneo sudamericano e affrontò il Real, che vinse il doppio confronto grazie al 5-1 del Bernabeu nel match di ritorno dopo lo 0-0 di Montevideo.

L'esultanza dei calciatori del Palmeiras!

Segui la finale di Libertadores di Montevideo tra Palmeiras e Flamengo anche con le scommesse live!

Nella metà degli anni Settanta il torneo perse appeal, tanto che nel ’75 e nel ’78 non si disputò, mentre nel ’77 e nel ’79 Liverpool e Nottingham Forest decisero di non partecipare alla Coppa Intercontinentale, lasciando spazio a Gladbach e Malmo, entrambe sconfitte rispettivamente dal Boca Juniors e dall’Olimpia Asuncion.

La Juve a Tokyo

A dare nuovamente lustro al torneo ci pensò il marchio giapponese Toyota, che propose alla UEFA e alla CONMEBOL di organizzare una finale in gara unica da disputare in Giappone. Il risultato fu ottimo, con il torneo che ritrovò interesse anche se per le squadre europee fu difficile ritrovare la vittoria. Ci riuscì per la prima volta la Juventus nel 1985 battendo ai calci di rigore l’Argentinos Jnr nove anni dopo l’ultimo successo di una squadra europea.

L'esultanza in bianco e nero a Tokyo!

Dal 2005 la FIFA ha preso il controllo della competizione introducendo la Coppa del Mondo per Club ed allargando il numero di partecipanti. È stata introdotta la formula ad eliminazione diretta, con un primo turno preliminare che vede sfidarsi i campioni nazionali del paese ospitante e la squadra campione d’Oceania. Ai quarti di finale partecipano la vincente del turno preliminare e le squadre campioni d’Asia, d’Africa e del Nord-Centro America.

Le due vincenti affronteranno la squadra campione d’Europa e del Sudamerica prima di accedere alla finale, che dal 2005 ha visto undici vittorie di squadre europee e quattro trionfi per le squadre sudamericane (tutte e quattro le volte successi brasiliani).

*Le immagini dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Prima pubblicazione, 11 novembre 2019.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Mendes patrimonio | patrimonio Jorge Mendes | quanto guadagna Mendes

La GestiFute di Mendes

Stipendi calciatori Eccellenza | Stipendi Eccellenza 2022 | Rimborsi giocatori Eccellenza

Gli ingaggi in Eccellenza

Coppa d'Africa 2022 | Coppa d'Africa calendario | Coppa d'Africa tv

Si gioca in Camerun

Stipendi giocatori Serie D | Stipendi calciatori Serie D | Quanto guadagna un giocatore di Serie D

Gli ingaggi in D

Nuovo Totocalcio | Nuova schedina Totocalcio 2022 | Nuovo Totocalcio 2022

Il nuovo Totocalcio