La stagione passata del Napoli è finita nel modo peggiore possibile. Il gol di Faraoni e la mancanza di idee e lucidità dentro la metà campo scaligera, hanno messo in evidenza tanti dei problemi tecnico tattici di una squadra, che per organico, non era assolutamente seconda a nessuno nel panorama del calcio italiano.

Il punto sul Napoli

Spalletti firma un contratto biennale

Come cambia il Napoli con Spalletti

L'uomo in piĂą: Victor Osimhen

Il sacrificato sul mercato

L’obiettivo di calciomercato

I due pareggi consecutivi casalinghi tra Cagliari e, appunto, Verona, nelle ultime due uscite casalinghe hanno decretato il quinto posto e, di conseguenza, la mancata qualificazione all’Europa che conta.

Il punto sul Napoli

I rapporti tra la proprietà ed il tecnico Gennaro Gattuso erano già ridotti ai minimi storici, ma, in una stagione nella quale la Juventus aveva deciso inspiegabilmente di non competere, il rendimento degli azzurri è davvero inaccettabile.

La rosa è piena di giocatori dal talento cristallino come ha dimostrato anche l’inizio di Euro 2020 e non era certo pretestuoso aspettarsi un piazzamento finale diverso.

L’Europa League al posto della Champions porterà, naturalmente, dei riflessi anche in sede di calcio mercato: il bonifico relativo al tesoretto che la UEFA attribuisce alle quattro italiane qualificate ai gironi della coppa con le grandi orecchie sarà rimpiazzato, probabilmente, dal ricavato della cessione di un big. Andiamo, naturalmente, con ordine. 

Spalletti firma un contratto biennale

La prima mossa di ADL è di quelle dalle quali si evince che le ambizioni ci sono e ci saranno. Il ricco accordo per due stagioni firmato dal tecnico toscano è una assoluta garanzia nei programmi a medio termine del Napoli.

Spalletti è fermo da due stagioni e, sicuramente, la voglia di ricominciare e di incidere con il suo marchio di fabbrica dell’1-4-2-3-1 non gli manca! In una stagione nella quale l’Inter sembra ridimensionarsi, siamo sicuri che il Napoli giocherà tutte le partite con il piglio della grande squadra. 

Come cambia il Napoli con Spalletti

A beneficiare per primi dell’arrivo a Castel Volturno dell’ex allenatore dell’Inter saranno naturalmente i giocatori offensivi: il tecnico di Certaldo, rispetto a Gattuso, non gli chiede, infatti, ripiegamenti difensivi a ridosso dei propri esterni bassi, ma meno corsa nella fase di non possesso e tanta, tanta lucidità in più davanti alla porta avversaria!

I centravanti con Luciano alla guida sono stati sempre valorizzati, anche quelli atipici. Altro cambiamento tattico non impossibile da anticipare è la composizione della coppia dei mediani: rispetto all’ultimo campionato, è più probabile che la coppia scelta sarà sempre tra due centrocampisti eterogenei come caratteristiche.

L’esempio perfetto? Naturalmente il duo David Pizarro – Daniele De Rossi e non deve essere assolutamente un caso, se un posto nel nuovo staff tecnico era stato lasciato inizialmente, proprio al geniale trottolino cileno!   

L'uomo in piĂą: Victor Osimhen

Attenzione, ragazzi. Lo sappiamo: probabilmente l’attaccante nigeriano è stato pagato troppo, ma qui si parla di un fenomeno, con la dinamite nella gambe, pronto davvero ad esplodere! L’ex Lille lotterà per il titolo di capocannoniere per le scommesse Serie A, lavorando, giorno, dopo giorno sui movimenti che Spalletti richiede dalla punta centrale.

Anche qui l’esempio pratico del passato recente corrobora, ampiamente, le nostre idee: Maurito Icardi all’Inter. Rispetto allo straordinario attaccante argentino, Osimhen deve, naturalmente, acquisire più sicurezza in area di rigore, ma la sua tecnica in velocità è un punto di partenza clamoroso, sul quale costruire un prospetto di campione assoluto! 

Aggiungete tutte le altre punte di caratura internazionale a disposizione del Napoli ed il mix ha potenzialitĂ  davvero esplosive!

Il sacrificato sul mercato

Come evidenziato all’inizio del contenuto, potrebbe servire una cessione eccellente per far tornare i conti, sempre straordinariamente in ordine, della casse partenopee. Oltre gli svincolati Hysaj e Maksimovic, potrebbe lasciare la Campania anche Koulibaly.

Su queste pagine web abbiamo speso collegamenti internet per magnificare la K2, Kalidou e Kostas, inteso come Manolas. In realtà, nelle due stagioni trascorse dentro lo stesso spogliatoio, il reparto difensivo azzurro è stato davvero deludente.

Il capitano del Senegal è un centrale che troverebbe spazio in tutte gli Starting Eleven del Mondo, compresi Liverpool, Bayern e Real, ma al San Paolo, troppo spesso, scende in campo con un atteggiamento sbagliato, quasi di sufficienza.

La clamorosa espulsione casalinga sul 2-0 contro il Benevento a 10’ dal fischio finale e la successiva squalifica nel turno infrasettimanale, poi, pareggiato a Reggio Emilia con una serie di errori difensivi da matita blue, sono la cornice di quei famosi particolari che una squadra che vuole “arrivare” non può permettersi di trascurare.

Gli altri due calciatori che potrebbero avere offerte irrinunciabili o quasi sono Piotr Zielinski e Fabian Ruiz, entrambi protagonisti con le rispettive Nazionali, ad Euro 2020.

Lo straordinario centrocampista polacco

Tra i due, avendo la facoltà di scegliere, non rinunceremmo mai, soprattutto ragionando sul nuovo piano tattico, all’ex trequartista dell’Empoli: proprio in quella posizione di campo, il classe ’94, ormai nel pieno della maturità, potrebbe diventare un calciatore da doppia cifra di realizzazioni in campionato.

Meno costante nel rendimento Fabian Ruiz: in particolare il talentuoso mancino ex Betis sembra piĂą adatto come intermedio, magari a piede invertito, in un centrocampo a tre, piuttosto che centrale dei due.

L’obiettivo di calciomercato

Al Napoli servono difensori validi, in particolare a sinistra, per consegnare a Spalletti una rosa che abbia almeno un’alternativa per ogni singola posizione. L’obiettivo primario di mercato, naturalmente, cambierà a seconda del calciatore che sarà ceduto.
Tra i tanti calciatori cresciuti a Castel Volturno, sono da seguire i miglioramenti di Tutino e Gaetano.

Un’idea folle? E se al San Paolo arrivasse Radja Nainggolan?!...

Se la Juve non cannibalizzerà la prossima stagione, la quota del Napoli vincente @14 per le scommesse calcio è davvero interessante: non diciamo che Insigne & co. vinceranno il campionato, ma se per aggiudicarsi lo Scudo basteranno 90 punti, il Napoli dirà la sua fino alla fine e migliorerà, su questo siamo sicuri, i 77 punti collezionati nella stagione 2020/2021.

*L'immagine di apertura dell'articolo è di Jose Breton (AP Photo).

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Musso portiere | Juan Musso | Musso portiere atalanta

Sicurezza argentina

Acquisti Hellas Verona - Calciomercato Verona - Hellas Verona mercato 2021 ultime notizie

Record di salvezze

Acquisti Sassuolo - Calciomercato Sassuolo - Sassuolo mercato 2021 ultime notizie

Coraggio e competenza
 

Rocco Commisso | Rocco commisso patrimonio

Parola di Rocco

Acquisti Atalanta - Calciomercato Atalanta - Atalanta Bergamasca mercato 2021 ultime notizie

Il mercato della Dea