Il Liverpool avrà anche un palmares più importante, soprattutto a livello continentale, ma non c’è dubbio che la squadra inglese più celebre degli ultimi trent’anni sia il Manchester United. I Red Devils, grazie agli splendori dell’era Ferguson, hanno ottenuto un seguito internazionale enorme, che aiuta non poco le casse del club quando si tratta di stipulare sponsorizzazioni e di acquistare giocatori.

Cristiano Ronaldo ed i più pagati

Il contratto di Paul Pogba

Gli ingaggi sopra i 10 milioni degli attaccanti

Gli stipendi dei giocatori del Manchester United

Gli ingaggi dei giovani Red Devils

Certo, non basta però il blasone dello United per convincere i talenti ad approdare a Old Trafford. Servono anche…stipendi importanti. Ma da questo punto di vista, non c’è da preoccuparsi: nella parte rossa della formazione di Manchester, si offrono spesso e volentieri ingaggi faraonici.

Cristiano Ronaldo ed i più pagati

Basterebbe pensare che quando la Juventus ha lasciato andare Cristiano Ronaldo è stato anche per non dover più pagare al portoghese il suo stipendio da 31 milioni di euro a stagione. Beh, nessun problema per le finanze del cinque volte Pallone d’Oro, visto che l’onere se l’è preso lo United, che gli ha fatto firmare un contratto alle stesse cifre valido fino al 2023. Il lusitano si prende quindi la vetta dei calciatori più pagati dei Red Devils, scavalcando David De Gea.

Il portiere spagnolo ha…sfruttato il suo potere contrattuale quando nel 2019, a un anno dalla scadenza dell’accordo precedente, ha rinegoziato con il club che pur di trattenerlo ha dovuto fargli un’offerta pazzesca: 23 milioni di euro a stagione fino al 2023. E ora che le sue prestazioni non sono più buone come quelle di una volta, forse dalle parti di Old Trafford se ne pentono anche un po’…

Sul podio dei calciatori più pagati entra anche un altro dei nuovi acquisti stagionali. Jadon Sancho è arrivato dal Borussia Dortmund per oltre 80 milioni di euro e per convincerlo a tornare a Manchester, stavolta sponda United, ci è voluto un contratto faraonico. L’inglese guadagna 21 milioni a stagione e lo farà fino al 2026.

L'esultanza di Jadon Sancho dopo il gol al Chelsea!

Il contratto di Paul Pogba

Un anno in meno , fino al 2025, durerà invece l’accordo che lega Raphael Varane e il Manchester United. Il campione del mondo 2018 ha lasciato Madrid dopo una vita in Blancos e ha strappato un ingaggio non indifferente. Per il transalpino si parla di circa 20 milioni a stagione.

Dietro di lui c’è un connazionale, che è croce e delizia del club. Paul Pogba è il calciatore più costoso della storia dei Red Devils (105 milioni) e ha un ingaggio da circa 18 milioni a stagione che conferma la sua importanza. Il problema è che l’accordo scade a giugno 2022 e che ogni tentativo di mettersi a tavolino con il suo procuratore Mino Raiola sembra essere andato a vuoto. Dunque, possibile che il francese lasci (di nuovo) Manchester a zero.

Pogba

E sebbene sarebbe un risparmio sul monte ingaggi, di certo i bilanci societari non gradirebbero la minusvalenza!

Gli ingaggi sopra i 10 milioni degli attaccanti

Scendendo, ma neanche di molto, ci sono i due centravanti dello United, Edinson Cavani e Anthony Martial. Sia l’uruguaiano che il francese guadagnano 15 milioni di euro a stagione. L’ex Napoli però ha firmato un biennale che scade nel giugno 2022, mentre il transalpino ha messo la penna sull’ultimo rinnovo accettando un accordo fino al 2024.

Si ferma invece a 12 milioni Marcus Rashford, che però dovrà pensare a breve a un prolungamento, considerando che il suo contratto scade nel 2023. Accordi fino al 2025 per due delle stelle della squadra.

Chi gioca dei tre, a fianco di CR7 è sempre una scelta intelligente come first striker per le quote Premier League!

Marcus Rashford

Capitan Harry Maguire, il difensore più costoso di sempre, guadagna 11,5 milioni a stagione, mentre il portoghese Bruno Fernandes arriva a 11 milioni tondi tondi. L’ultimo della rosa a guadagnare da 10 milioni in su è Juan Mata. Lo spagnolo fa cifra tonda, ma il suo contratto fino al 2022, visti i quasi 34 anni e lo scarso utilizzo, al momento è più uno spreco di soldi che una spesa oculata da parte della società. 

Gli stipendi dei giocatori del Manchester United

Sotto i dieci milioni, spunta Luke Shaw. Il terzino inglese, grande protagonista anche agli Europei, si è ripreso la sua centralità, giustificando un ingaggio da 9 milioni a stagione fino al 2023. E anche il brasiliano Fred, dopo anni da oggetto misterioso, finalmente sembra valere i 7,5 milioni a stagione che il club gli deve versare fino a giugno 2023. Stessa cifra e stessa scadenza anche per Nemanja Matic, mentre per lo svedese Lindelof il contratto segna 2024 come data finale.

Il sinistro di Luke Shaw!

E poi a 7,5 milioni c’è anche uno dei casi più spinosi della rosa. L’olandese Donny van de Beek è arrivato dall’Ajax con costo del cartellino (40 milioni) e stipendio da top player, ma nell’era Solskjaer ha fatto tappezzeria. Il club spera che la prossima gestione lo consideri di più, visto che comunque il contratto scade nel 2025 e il tulipano ha fatto sapere che di andarsene non ci pensa neanche…

Accordo fino al 2025 anche per Dean Henderson, secondo portiere…ma non troppo. L’inglese è destinato a prendere il posto di De Gea e nel frattempo guadagna 6 milioni a stagione. Cifre molto simili anche per il terzino Aaron Wan-Bissaka e per Alex Telles, che invece sono legati al club fino al 2024, esattamente come Eric Bailly.

Il centrale ivoriano porta a casa 5 milioni a stagione, più o meno come tre compagni di squadra in situazioni molto diverse. Mason Greenwood, stella del vivaio e considerato uno dei crack del futuro, ma già una solida opzione per le quote calcio oggi, ha un contratto fino al 2025 e la fiducia della società. Non si può certo dire lo stesso né di Phil Jones né di Jesse Lingard. Il centrale è fuori rosa nonostante un accordo fino al 2023, mentre l’attaccante non è quasi mai preso in considerazione e a giugno 2022 dovrebbe lasciare la squadra a parametro zero.

Gli ingaggi dei giovani Red Devils

A chiudere la lista, alcuni giovani e…un titolare sottopagato. Per Amad Diallo, arrivato nel gennaio 2021 dall’Atalanta, il club ha preparato un contratto da 1,8 milioni fino al 2025.

A 1,5 milioni a stagione fino al 2023 c’è il portoghese Diogo Dalot, che però sembra in procinto di lasciare il club. Guadagna invece “appena” 1,2 milioni a stagione Scott McTominay, che pure ormai è con frequenza nell’undici titolare.

Scott McTominay

Lo scozzese “paga” un rinnovo fino al 2025 avvenuto a giugno 2020, quando la sua importanza nello scacchiere tattico non era ancora così evidente. A dimostrazione che persino essere una pedina fondamentale del Manchester United non è garanzia di guadagni faraonici!

*Le foto dell'articolo sono distribuite da AP Photo. Data di prima pubblicazione 29 novembre 2021.
 

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Stipendi allenatori Premier League | Stipendi allenatori Premier League 2022

Gli stipendi dei manager

Acquisti Newcastle | Calciomercato Newcastle | Newcastle mercato 2022 ultime notizie

Gli acquisti dei Magpies

Stipendi Premier League | Stipendi Premier League 2022 | i più ricchi in Premier

CR7 il più pagato

Acquisti Tottenham - Calciomercato Tottenham - Tottenham mercato 2022 ultime notizie

Il mercato degli Spurs

Stipendi Tottenham | Stipendi Spurs | Ingaggi Tottenham

Gli ingaggi degli Spurs