Per redigere un contenuto attendibile, chiaro, onesto sui contratti di calciatori, tecnici e dirigenti delle venti società di Serie A dobbiamo premettere da subito il nostro punto di partenza: indicheremo le cifre, al netto, concordate per i relativi ingaggi, non quelle effettivamente percepite.

Il podio dei più pagati in Serie A

  1. Cristiano Ronaldo
  2. Edin Dzeko
  3. Paulo Dybala

Non terremo conto, inoltre, della parte, spesso consistente, spalmata sui bonus e, secondo tale interpretazione, il calciatore più performante in Italia, Romelo Lukaku, non fa parte del podio! Ricordiamo che l'ingaggio medio dei titolari delle venti squadre di Serie A supera il milione e mezzo.

Cristiano Ronaldo 

Il calciatore naturalmente più pagato è Cristiano Ronaldo, con un ingaggio di 31 milioni di euro all'anno ed il contratto in scadenza il 30 giugno 2022. La società della famiglia Agnelli, con una cifra del genere, non retribuisce, naturalmente, solo le prestazioni del cannoniere più prolifico della storia del calcio, ma paga anche un posizionamento diverso, contratti di sponsorizazzione e partnership compresi, del club piemontese nel panorama dello sport mondiale da quando, a Verona, contro il Chievo, nell'estate 2018, il fenomeno portoghese ha esordito con la maglia bianconera.

Per le casse del club di Torino la busta paga settimanale, tra tasse, ritenute e contributi, del classe 1985 raggiunge la cifra record di 1.104,038 euro; non temiamo smentite se affermiamo che Cristiano Ronaldo è lo sportivo più pagato di sempre in Italia. La Juventus è la società, ci verrebbe da scrivere la franchigia visti i numeri, che spende di più in ingaggi con 6 degli atleti più pagati, spesso anche per aver inserito nell'accordo relativo alle prestazioni sportive, quanto risparmiato sul trasferimento internazionale di calciatori che hanno firmato in scadenza di contratto.

Edin Dzeko

Nella nostra classifica che ricordiamo, segue i parametri indicati in premessa, al secondo posto c'è l'ex capitano della Roma, Edin Dzeko. A Roma dall'estate 2016, il cigno di Sarejevo, con il contratto in scadenza al 30 giugno 2022, pesa sul bilancio del dipartimento amministrativo negli uffici dell'EUR 7.5 milioni a stagione, dopo l'ultimo rinnovo fortemente voluto dalla società giallorossa.

Video tratto dalla pagina ufficiale YouTube di dfTV

Paulo Dybala

Terzo Paulo Dybala, con 7,3 milioni di euro l'anno e qualche decina di migliaia di euro in più sul compagno de Ligt: la carriera dei due potrebbe viaggiare su binari ben diversi e se per l'argentino, spesso indisponibile, non sarà semplice ottenere un nuovo contratto a cifre del genere, l'alandesone, attualmente miglior difensore al mondo per distacco con il connazionale fermo ai box, continuerà a concordare ingaggi straordinari, magari anche con un futuro lontano da Torino, vista la carta d'identità.

Abbiamo già citato il calciatore che sposta di più in A, non a caso gli unici difensori che sono in grado di fermarlo de Ligt e Koulibaly, sono entrambi in graduatoria tra i calciatori meglio pagati, Lukaku, sempre un'ottima opzione come marcatore per le scommesse calcio online ha un accordo complessivo annuale di 9 milioni totali, ma una fetta consistente derivante dai bonus concordati nell'operazione che dal Manchester United l'ha portato alla Pinetina.

Stipendi Serie A: i sopravvalutati

Ingaggi serie A: i sottovalutati

Donnarumma e Montipò

Stipendi Serie A: i sopravvalutati

Citiamo, adesso, alcuni ingaggi, clamorosamente spropositati, in un senso o nell’altro per le prestazioni (non) rese. Cercheremo di essere originali come sempre e quindi non partiremo dai 4 milioni di euro di Ribery alla Fiorentina o dallo stipendio da favola di Pastore alla Roma, ma dagli oltre 2 che l’ex Torino e Monaco Kamil Glik percepisce dal Benevento: il difensore polacco merita una cifra del genere in una società neopromossa?!

Indispensabile l’acquisto di Kalinic per il Verona sul fotofinish del mercato 2020? Noi crediamo di no e l’ingaggio alla sessione successiva di Lasagna che sembra meglio adattarsi allo stile di gioco con due trequartisti sottopunta sul quale insiste Juric. Il contratto dell'attaccante croato recita 1,5 di euro netti, praticamente la stessa cifra che alla società di Setti sarebbe costato il riscatto di Valerio Verre, misteriosamente lasciato libero di tornare alla Samp. 

Sempre la medesima somma 1,5 milioni di euro, il Verona li investe, ma questa volta complessivamente, per i 3 giocatori migliori dell’organico scaligero: Zaccagni, già promesso al Napoli nella solita operazione che consentirà di realizzare una plusvalenza negli anni, Barak e Faraoni che, vista la carenza nel ruolo, ambirà sicuramente ad un posto come esterno in una big!

Mentre l’Atalanta si accorda per stipendi omogenei per i suoi attaccanti di prima fascia, quasi a voler stabilire una sorta di tetto salariale, Domenico Berardi al Sassuolo strappa un contratto che vale il doppio rispetto ai compagni di squadra: non è davvero un caso che il mancino classe 1994 non abbia mai fatto mistero di non avere alcuna fretta di lasciare il club neroverde!

Ingaggi serie A: i sottovalutati

Cerchiamo, ora, qualche stipendio inferiore alla media assoluti protagonisti sul camp rispetto agli altri giocatori: prima di firmare il rinnovo ad ottobre 2019, ad esempio, Gaetano Castrovilli guadagnava appena 200.000 euro a stagione a Firenze. Di ben altro importo, ma sempre clamorosamente inadeguato al contributo di gol ed assist, l’ingaggio concordato dal club interista con i familiari di Lautaro Martinez al momento del trasferimento dal Racing Club all’Inter: la punta di Bahia Blanca, già vicinissimo al Barcellona nell’estate 2020, guadagna appena 2.5 milioni di euro l’anno.

Il gol di Lautaro Martinez al Milan!

Con il contratto in scadenza al 30 giugno 2023 ed un ingaggio tra i più bassi della rosa della prima squadra, il rinnovo è un’assoluta priorità per i dirigenti di Porta Nuova che hanno annunciato il 31 maggio 2019 Antonio Conte, concedendogli lo stipendio più alto tra gli allenatori: un triennale da 12 milioni a stagione.

Donnarumma e Montipò

Meriterà un contenuto a parte il rinnovo del contratto di Donnarumma, attualmente con uno stipendio di 6 milioni di euro l’anno; il portierone azzurro, scegliendo il Milan anche per le prossime stagioni, mette davanti il cuore sportivo e la riconoscenza a possibilità di guadagno praticamente infinite per un classe ’99 di quel livello, a scadenza di contratto…

A proposito di portieri, una menzione d’obbligo la merita Lorenzo Montipò: il contratto, rinnovato a gennaio 2021 dal Benevento sino al 30 giugno 2022, esercitando unilateralmente la relativa facoltà, ha come valore economico iniziale 270.000 euro: poco, praticamente un decimo di quanto guadagna Glik qualche metro più avanti in campo, per un portiere affidabile e continuamente sollecitato dagli attacchi avversari come il classe ’96, cresciuto nel Novara e con una militanza importante in tutte le under di Coverciano!

*Le immagini dell'articolo, entrambe distribuite da AP Photo, sono di Luca Bruno ed Antonio Calanni. Prima pubblicazione 6 marzo 2021.
 

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
griglia portieri | portieri Serie A | portieri Fantacalcio

2021/2022: i portieri

Musso portiere | Juan Musso | Musso portiere atalanta

Sicurezza argentina

Acquisti Hellas Verona - Calciomercato Verona - Hellas Verona mercato 2021 ultime notizie

Record di salvezze

Acquisti Sassuolo - Calciomercato Sassuolo - Sassuolo mercato 2021 ultime notizie

Coraggio e competenza
 

Rocco Commisso | Rocco commisso patrimonio

Parola di Rocco