Lunedì 9 ottobre

Albania – Italia (ore 20:45)

Poche storie: dopo la pessima figura rimediata in casa contro la Macedonia venerdì sera, l’Italia deve assolutamente tornare a casa dallo Stadio Loro-Boriçi di Scutari con i tre punti in tasca e con un posto ai playoff, possibilmente da testa di serie. Partiamo col dire che l’eventualità che gli Azzurri non trovino un posto negli spareggi è da considerarsi più che remota: una sconfitta in Albania dovrebbe sommarsi a una serie di incroci davvero improbabili; il fatto, invece, che l’Italia possa affrontare la sfida da dentro o fuori di novembre come testa di serie sarà invece un’eventualità più difficile da realizzarsi, complice il pessimo risultato di Torino. Il rischio forte è che a novembre l’Italia possa trovarsi a fronteggiare una tra Portogallo e Francia: comunque l’imperativo per la sfida di domenica sera è uno solo: vincere, contro un’Albania che nella partita di Alicante contro la Spagna, persa 3-0, ha mostrato tutti i suoi limiti e che non ha più nulla da chiedere a queste qualificazioni mondiali. Se non quella di togliersi la storica soddisfazione di battere per la prima volta l’Italia.

antonio_candreva

Ventura ha in mente di tornare al suo classico 4-2-4, con Candreva che potrebbe tornare titolare sulla fascia destra e Insigne dalla parte opposta. Dubbio tra Barzagli e Rugani per una maglia al centro della difesa; Spinazzola sarà il terzino sinistro: attenzione però, poiché Parolo e Immobile sono diffidati e, in caso di ammonizione, salterebbero l’andata dell’eventuale playoff. Il ct azzurro potrebbe quindi decidere di tenerli fuori dall’undici iniziale. Panucci, invece, non potrà contare sullo squalificato Llullaku: il suo posto nel tridente d’attacco verrà preso da Sadiku; dieci diffidati tra gli albanesi.

888sport banner

Scommessa consigliata: Albania-Italia 2 @1.50

Galles – Irlanda (ore 20:45)

Una sfida che vale la storia, in un gruppo D che, alla viglia dell’ultima giornata, deve ancora emettere tutti suoi verdetti: tre squadre sono ancora teoricamente in lizza per la qualificazione diretta ai Mondiali e per un posto nei playoff. L’inaspettata sconfitta della Serbia in Austria, infatti, ha rimesso in discussione una qualificazione che sembrava ormai a portata di mano per Kolarov e compagni; alla nazionale di Slavoljub Muslin, comunque, basterà vincere lunedì in casa contro la Georgia per staccare il biglietto per la Russia. Ma quando si parla di Serbia non bisogna dare mai niente per scontato e le sorprese in queste qualificazioni mondiali sono sempre dietro l’angolo.

La partita tra Galles e Irlanda, quindi, può essere considerata un vero e proprio spareggio: le due formazioni giocheranno sicuramente con un occhio ai megaschermi del Cardiff City Stadium, sperando in un gol della Georgia; ma attenzione, perché la formazione seconda classificata in questo girone, rischierà seriamente di essere la nona tra quelle di tutti i gironi, cioè l’unica a essere eliminata direttamente senza disputare il playoff. I gallesi saranno privi di Gareth Bale, senza il quale hanno vinto di misura venerdì a Tbilisi.

Scommessa consigliata: Galles – Irlanda X @3.35

Mercoledì 11 ottobre

Ecuador – Argentina (ore 01:30)

Messi

L’eventuale eliminazione dell’Argentina dal Mondiale del 2018 sarebbe davvero clamorosa: una squadra che può mettere in campo gente come Messi, Higuain e Di Maria non può rimanere fuori dalla kermesse planetaria del calcio; il pareggio per 0-0 contro il Perù ha attirato le ire e le critiche nazionali e internazionali su Sampaoli che, molto probabilmente, apporterà molti cambiamenti all’undici iniziale che affronterà la sfida decisiva contro l’Ecuador.

L’Ecuador è fuori da ogni discorso qualificazione, ma venderà cara la pelle contro l’Argentina. Ma i valori in campo, in sfide decisive come questa, sono destinati a venir  fuori:

Scommessa consigliata: Ecuador – Argentina 2 @1.44

Sull'autore
Di
888sport

The 888sport blog, based at 888 Towers in the heart of London, employs an army of betting and tipping experts for your daily punting pleasure, as well as an irreverent, and occasionally opinionated, look at the absolute madness that is the world of sport.