Quando nella stagione 2016/17 il Benevento è salito in Serie A vincendo gli spareggi, si è subito parlato di “miracolo”. Una definizione che però non descrive bene l’ottimo lavoro svolto negli anni dal club campano. Che quando è retrocesso in B non ha smesso di puntare in alto, ponendosi come obiettivo un ritorno immediato nella massima serie.

Glik e Lapadula i più pagati al Benevento

Gli stipendi di Marco Sau e Roberto Insigne

Quanto guadagna Andrés Tello

Gli ingaggi dei giovani Stregoni

Risultato raggiunto, nella stagione 2019/20, con tanto di vittoria del campionato. Poi è arrivata la seconda retrocessione, ma questo non impedisce al club di continuare a guardare alla A come alla sua dimensione naturale. E a dimostrarlo c’è anche un monte ingaggi importante, il terzo di tutta la Serie B, che spiega quali siano le ambizioni giallorosse. Ma chi sono i Paperoni della rosa della squadra sannita?

Glik e Lapadula i più pagati al Benevento

Il calciatore più pagato del Benevento è Kamil Glik. Il difensore polacco, ingaggiato nel 2020 dal Monaco per giocare la Serie A, ha evidentemente uno stipendio ancora da categoria superiore. Per l’ex Torino il contratto parla di 2,5 milioni di euro fino al 2023. A seguirlo sul podio c’è un altro dei…nazionali della squadra.

Un gol di Lapadula all'Udinese!

Gianluca Lapadula non avrà sfondato e non avrà raggiunto l’azzurro, ma è diventato un mito…in Perù, il paese di sua madre, prendendosi la nazionale e segnando anche con regolarità. Anche lui ha un accordo con il club che non sfigurerebbe certo in Serie A, considerando che guadagna 1,6 milioni di euro fino al 2023.

A chiudere il podio per il Benevento tra i favoriti per le quote calcio Serie B, c’è un altro calciatore comprato nel 2020 per affrontare il massimo campionato: Artur Ioniţă. Il centrocampista moldavo, come i due colleghi, ha un contratto fino al 2023 che gli permette di portare a casa circa 900mila euro a stagione.

Gli stipendi di Marco Sau e Roberto Insigne

Nella fascia successiva di ingaggi ci sono parecchi calciatori, alcuni dei quali con un passato importante in Serie A. È decisamente il caso di Marco Sau. L’ex attaccante del Cagliari è passato al Benevento nel 2019 dopo l’esperienza alla Sampdoria e anche lui ha firmato un triennale. Di conseguenza il suo accordo con il club da 700mila euro scadrà a giugno 2022.  

L'esultanza del Benevento!

Un altro di quelli che invece è stato acquistato al ritorno in Serie A è Federico Barba. Il difensore centrale scuola Roma è arrivato nel 2020 e ha firmato un contratto da 700mila euro che lo terrà in Campania fino al 2023. Per la porta, il club ha poi bussato alla Serie A, chiedendo al Genoa Alberto Paleari. L’estremo difensore è arrivato in prestito in giallorosso, con un contratto da 600mila euro per la stagione in corso, ma la società sannita si è premunita con il diritto di riscatto sul suo cartellino.

Scendendo ancora più in giù, ci sono nomi importanti. E anche…un cognome di quelli che pesano, come sa bene Roberto Insigne. Il fratello del Magnifico, anche lui cresciuto nelle giovanili del Napoli, non è mai riuscito a fare il salto di qualità e dopo anni di prestiti nel 2019 si è accasato definitivamente a Benevento. Dove sembra trovarsi bene, visto che a settembre 2021 ha firmato un prolungamento di contratto fino al 2024, a 500mila euro a stagione.

Stessa cifra che porta a casa una vera bandiera del club come Gaetano Letizia. Il capitano è in giallorosso ormai dal 2017, quando è arrivato dal Carpi e il suo ultimo rinnovo, datato 2019, gli fa guadagnare 500mila euro fino a giugno 2022. Gabriele Moncini è invece stato il grande colpo del mercato invernale sannita del 2020, quando è arrivato dalla SPAL contribuendo alla promozione della squadra guidata da Pippo Inzaghi. Il suo contratto è da 500mila euro all’anno e scade nel 2023, con però l’opzione per un anno in più.

Quanto guadagna Andrés Tello

Avere 25 anni ed essere uno dei senatori. Questa è la strana storia di Andrés Tello, talento colombiano portato in Italia dalla Juventus che però è ormai a Benevento dal lontano 2018. Più di tre anni fa il centrocampista centrale ha firmato un quadriennale da 400mila euro, che lo lega al club sannita fino a giugno 2022.

Tello

Acquisto più recente (estate 2020) quello di Daam Foulon. Il terzino belga è costato 500mila euro dal Waasland-Beveren e come molti di quelli arrivati  per provare a mantenere la Serie A ha firmato un triennale che gli fa guadagnare 400mila euro fino al 2023. Poi arriva un poker di prestiti, con situazioni però abbastanza diverse tra loro.

Quella di Enrico Brignola, classe 1999, già in gol anche in Serie A per le quote calcio, parla di obbligo di riscatto condizionato da parte del Benevento nei confronti del Sassuolo. Nel frattempo, per lui c’è un ingaggio da 350mila euro fino a giugno 2022. Non obbligo ma diritto di riscatto invece sia per Giacomo Calò che per Salvatore Elia, che guadagnano entrambi 300mila euro. Per il mediano di proprietà del Genoa non ci sono altre clausole, mentre invece per l’esterno l’Atalanta ha mantenuto anche il diritto al controriscatto. Prestito secco infine, sempre dal Genoa, per il difensore Alessandro Vogliacco, che a giugno 2022, al termine del suo accordo da 300mila euro, tornerà in Liguria.

Gli ingaggi dei giovani Stregoni

Ad aprire la fascia già bassa degli stipendi del Benevento c’è un altro che ormai è di casa al Vigorito: Riccardo Improta. L’esterno cresciuto nel Genoa è arrivato nel 2018 e nel 2021 ha prolungato il suo contratto con un accordo da 200mila euro fino al 2024. È invece un nuovo arrivo Gennaro Acampora, che nella stagione 2020/21 giocava allo Spezia e che con i giallorossi ha firmato fino al 2023 per 180mila euro circa a stagione.

In prestito dal Pescara, con obbligo di riscatto condizionato, è arrivato anche Edoardo Masciangelo, terzino sinistro classe 1996, che guadagna 160mila euro fino a giugno 2022.

Mattia Viviani, regista scuola Brescia, è arrivato da svincolato dopo il fallimento del Chievo e con il Benevento ha un accordo che gli fa guadagnare 120mila euro a stagione fino al 2024.

Sono invece 90mila gli euro a stagione che porta a casa il secondo portiere Nicolò Manfredini, mentre a Giuseppe Di Serio, cresciuto nel vivaio del club, il Benevento versa 60mila euro a stagione. Insomma, tra calciatori di categoria superiore e giovani da valorizzare, la società sannita sembra sulla strada per un’altra esperienza in Serie A. Soprattutto…se dipendesse dal monte ingaggi!

*L'immagine di apertura dell'articolo è distribuita da AP Photo.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Stipendi Modena calcio | Stipendi Modena 2022 | Ingaggi giocatori Modena

Gli ingaggi al Modena

Stipendi Cesena calcio | Stipendi Cesena 2022 | Stipendi calciatori Cesena

Gli ingaggi al Cesena

Stipendi Palermo Calcio | Stipendi Palermo 2022 | Ingaggi giocatori Palermo

Gli stipendi a Palermo

Stipendi Crotone calcio | Stipendi Crotone 2022 | Ingaggi giocatori Crotone

Gli ingaggi a Crotone

Stipendi Lecce 2022 | Stipendi Lecce Calcio | Ingaggi giocatori Lecce

Gli stipendi al Lecce