Tutti contro Rafa Nadal in quella che è casa sua. Dopo l’avventura in USA tra Cincinnati e US Open, scattano gli Internazionali di Roma che daranno il via alla stagione sul rosso. Il mondo del tennis si sposta dunque in Europa ed inizierà proprio a Roma. Mancheranno gli appassionati sugli spalti, ma ci saranno tantissimi campioni che proveranno a sfidare Rafael Nadal. Lo spagnolo è reduce da due vittorie consecutive a Roma, dove ha trionfato per ben nove volte e va alla caccia del decimo successo.

Il fenomeno ispanico favorito sia a Roma che al Roland Garros però non gioca dalla finale di Acapulco del 1 marzo e le sue condizioni fisiche sono un’incognita. Discorso molto simile che si può fare per Novak Djokovic, che di certo non è stato straordinario negli Stati Uniti. Il serbo dopo la clamorosa squalifica agli US Open si vuole riscattare e cerca un successo a Roma che manca dal 2015 quando sconfisse in finale Roger Federer. Djokovic sarà la testa di serie numero uno nel torneo di Roma, dove ci sono comunque alcune incognite.

Il torneo distribuisce oltre 5 milioni di euro tra edizione maschile e femminile ed assegnerà 1.000 punti ATP al vincitore.

Grossi punti interrogativi legati soprattutto ai possibili favoriti alle spalle dei due che partiranno in prima fila. Le assenze di Medvedev e dei finalisti di New York Thiem e Zverev, aprono il tabellone per diversi giocatori che vogliono stupire. Attenzione a Stefanos Tsitsipas, quotato @13 per le scommesse tennis: il greco vuole riscattarsi dopo la disastroso sconfitta con Borna Coric agli US Open.

A Roma si vedranno Monfils e Wawrinka, entrambi rimasti in Europa dopo aver rinunciato alla campagna americana giocata nella bolla di New York. Sulla terra rossa possono stupire giocatori solidi come Goffin e Diego Schwartzman, mentre arrivano a Roma con ottime sensazioni dopo New York Rublev e Alex De Minaur che ricordiamo battere da sfavorito Shapovalov per le scommesse Coppa Davis.  

Gli italiani

Non arrivano in grandissima condizione gli azzurri al torneo di Roma. Le ambizioni tricolori sono però importanti, a cominciare dal padrone di casa Matteo Berrettini. Il tennista romano non è riuscito a ripetere lo straordinario US Open dello scorso anno, ma ha comunque raggiunto gli ottavi di finale prima di essere sconfitto da Rublev. Berrettini aveva iniziato alla grande nel primo set, poi è calato alla distanza dimostrando una condizione fisica non straordinaria.

Giocare a Roma in match da due su tre, non tre su cinque come a New York può dare una grossa mano a Berrettini. L’azzurro si presenterà come testa di serie per la prima volta a Roma, l’anno scorso dopo l’impresa con Zverev non gestì al meglio le aspettative e perse contro Schwartzman.

Le speranze azzurre passano da Berrettini ma anche da Fabio Fognini, che al contrario del romano ha deciso di non andare a New York. Il ligure è rimasto in Europa, ma la sua prima uscita è stata molto preoccupante: un nettissimo 6-1 6-2 incassato dal qualificato Huesler al secondo turno dell’Austrian Open, dove Fognini era la testa di serie numero uno.

Per Berrettini sorteggio abbastanza insidioso, il romano come Fognini inizierà dal secondo turno e può trovare sulla sua strada Struff, reduce da un buonissimo US Open e da tabellone il possibile quarto di finale sarà con Goffin, che ricordiamo ai quarti di finale per le scommesse Wimbledon nell'ultima edizione londinese. Fognini invece si trova nel lato di tabellone di Tsitsipas, suo possibile avversario ai quarti, mentre al secondo turno il ligure affronterà il vincente di Anderson-Humbert.

Chi può stupire è Jannik Sinner, 19 anni e tanta voglia di dare spettacolo a Roma. Il giovanissimo gioiello del tennis italiano giocherà il primo turno contro Benoit Paire. Sorteggio negativo per l’altoatesino, che dovrà vedersela con un avversario di tutto rispetto al primo turno e qualora dovesse batterlo affronterà al secondo turno Stefanos Tsitsipas, sfidato la scorsa stagione sempre al Foro Italico.

Cammino molto duro anche per Salvatore Caruso, che al primo turno se la vedrà con un qualificato ma qualora dovesse vincere incontrerà subito Novak Djokovic.

Partite tutt’altro che agevoli per gli altri due italiani già presenti nel tabellone al primo turno: Travaglia se la giocherà con l’americano Taylor Fritz, mentre Mager dovrà affrontare la testa di serie numeri dodici Grigor Dimitrov

Per il torneo WTA, favorita la Halep.

*L'immagine di apertura è di Andrew Medichini (AP Photo). Le quote indicate nell'articolo sono aggiornate al 14 settembre 2020.

Sull'autore
Di
Ermanno Pansa

Ermanno è un grande appassionato di sport, in particolare del calcio, vissuto a 360°: come professionista e come tifoso. Ha seguito tutte le fasi finali delle manifestazioni internazionali degli ultimi 15 anni, Mondiali ed Europei.

Amante degli incontri ricchi di gol, collabora quotidianamente con il blog di 888sport, per il quale rappresenta una costante fonte di idee.

Articoli Correlati
Tennis, scatta la seconda settimana agli US Open

Il primo Slam del semestre

I migliori tennisti italiani

Nicola e gli altri

Mara Santangelo e il senso del doppio nel tennis

Campionessa nel doppio!

Alessandro Nizegorodcew e la nuova scuola del tennis italiano

Equilibrio tra FIT e team privati!

Clausole fantasiose e risarcimenti milionari!

Le assicurazioni nello sport!