L’edizione numero 123 del Sei Nazioni parte sabato 3 febbraio con la sfida di Cardiff tra il Galles e la Scozia. L’Inghilterra, che ha vinto le ultime due edizioni, sembra ancora una volta un gradino sopra le sue avversarie. La squadra allenata da Eddie Jones ha un ruolino di marcia che parla chiaro: da febbraio 2016 ha disputato 23 partite, portando a casa 22 successi. La rinascita inglese è partita dalla grande delusione del Mondiale casalingo del 2015, con un progetto vincente di crescita che vede il suo culmine nella prossima competizione iridata che si disputerà nel 2019 in Giappone.

Le formazioni ai nastri di partenza

Eddie Jones, non si sa quanto giocando con la scaramanzia, ha indicato l’Irlanda come sua favorita personale per la vittoria del Sei Nazioni 2018: il destino si è divertito, sorteggiando un tabellone in cui le due rivali si affronteranno proprio all’ultima giornata a Twickenham, in una sfida che potrebbe assegnare il prestigioso titolo.

888sport banner

Francia e Galles stanno vivendo un momento di ricambio generazionale, dopo i fasti di inizio del XI secolo che ha visto i transalpini aggiudicarsi il trofeo per cinque volte tra il 2000 e il 2010 e i Dragoni conquistare un bis nel biennio 2012-2013. La squadra di Gregor Townsend è in crescendo e potrebbe dire la sua nella lotta per la vittoria finale.

La Scozia può recitare il ruolo della rivelazione, visti i progressi notevoli degli ultimi anni.

888sport

L’Italia di O’Shea

La nazionale italiana guidata da Connor O’Shea si trova nel bel mezzo dell’opera di rinnovamento del tecnico irlandese e del suo progetto a lungo termine che vuole, finalmente, fa progredire il movimento della palla ovale azzurra che da troppi anni ha colpevolmente procrastinato cambiamenti ormai improrogabili e inevitabili.

In questa ottica, il Sei Nazioni 2018 può essere visto, in chiave azzurra, come una tappa di avvicinamento e di sperimentazione verso il Mondiale giapponese dell’anno prossimo; l’Italia deve guarire dal suo storico vizio di mancanza di concentrazione, di perdita del focus sull’obiettivo e di lasciarsi troppo condizionare, soprattutto mentalmente, dalle inevitabili critiche che seguono le sconfitte. All’Italia, quindi, si chiede prima di tutto di disputare cinque ottime prestazioni, come ha evidenziato lo stesso Connor O’Shea durante la presentazione ufficiale della competizione: «Dobbiamo guardare alle prestazioni. Noi vogliamo vincere tutte le gare, ma dobbiamo anche essere realisti e focalizzarci sulle cose che possiamo controllare».

Si parte dai punti di forza di una squadra in continuo rinnovamento: la mischia ordinata, specialmente se Simone Ferrari riuscirà a confermare i notevoli progressi compiuti nell’ultimo anno e mezzo e se Lovotti non risentirà della fatica della stagione. Il rifugio ideale per la squadra azzurra sarà, presumibilmente, la rolling maul, sfruttando gli oliati meccanismi in rimessa laterale.

Non ci si può nascondere che il gap tra l’Italia e le altre cinque contendenti è ancora notevole, ma la squadra di O’Shea può sorprendere partendo proprio dal vantaggio che le avversarie potrebbero essere portate a sottovalutare le sfide contro gli Azzurri e dal grande entusiasmo che il tecnico irlandese ha portato nel gruppo.

Le quote su 888sport.it

LE QUOTE PER LA VITTORIA DEL SEI NAZIONI 2018 SU 888SPORT.IT

Come già detto in apertura, l’Inghilterra è la favorita d’obbligo per la vittoria finale: su 888sport.it i bookmakers quotano il terzo trionfo consecutivo a 2.00; al secondo posto troviamo l’Irlanda a 2.65.

Al terzo posto nella graduatoria virtuale del torneo troviamo la Scozia a 10.00, seguita dal Galles a 17.00 e dalla Francia a 23.00.

Staccatissima, all’ultimo posto, l’Italia di Connor O’Shea, la cui vittoria del Sei Nazioni 2018 pagherebbe ben 501.00 volte la posta.

Il calendario completo del torneo

TUTTE LE QUOTE DEL SEI NAZIONI PER SCOMMETTERE SU 888SPORT.IT

Prima giornata

Galles-Scozia, 3 febbraio, ore 15.15, Principality Stadium

Francia-Irlanda, 3 febbraio, ore 17.45, Stade de France

Italia-Inghilterra, 4 febbraio, ore 16, Olimpico

Seconda giornata

Irlanda- v Italia, 10 febbraio, ore 15.15, Aviva Stadium

Inghilterra-Galles, 10 febbraio, ore 17.45, Twickenham

Scozia-Francia, 11 febbraio, ore 16, Murrayfield

Terza giornata

Francia-Italia, venerdì 23 febbraio, ore 21, Vélodrome

Irlanda-Galles, 24 febbraio, ore 15.15, Aviva Stadium

Scozia v Inghilterra, 24 febbraio, ore 17.45, Murrayfield

Quarta giornata

Irlanda-Scozia, 10 marzo, ore 15.15, Aviva Stadium

Francia-Inghilterra, 10 marzo, ore 17.45, Stade de France

Galles-Italia, 11 marzo, ore 16, Principality Stadium

Quinta giornata

Italia-Scozia, 17 marzo, ore 13.30, Olimpico

Inghilterra-Irlanda, 17 marzo, ore 15.45, Twickenham

Galles-Francia, 17 marzo, ore 18, Principality

Sull'autore
Di
888sport

The 888sport blog, based at 888 Towers in the heart of London, employs an army of betting and tipping experts for your daily punting pleasure, as well as an irreverent, and occasionally opinionated, look at the absolute madness that is the world of sport.

Articoli Correlati
Rugby World Cup: Inghilterra favorita, ma occhio al Sudafrica!

RWC: Inghilterra favorita!

Buccaneers-Panthers, London calling

Buccaneers-Panthers a Londra

Giro di Lombardia: Roglic è il favorito numero uno, ma attenzione a Nibali

Giro di Lombardia: Roglic favorito

La NFL vola a Londra: Chicago Bears favoriti contro Oakland Raiders

La NFL vola a Londra

Yorkshire 2019: Van der Poel contro Sagan e Alaphilippe

Yorkshire 2019